Estrattore o centrifuga? scopriamo la differenza

By - Antonio
4 gennaio 2018
Comments off.

Da alcuni anni ormai è in continuo aumento la domanda di estrattori o centrifughe, ovvero di piccoli elettrodomestici in grado di estrarre a freddo il succo contenuto in frutta o verdura. A differenza dei succhi che si possono trovare in commercio, quelli che si ottengono con gli estrattori di succhi sono naturali al 100%, ricchi di nutrienti come minerali e vitamine, privi di qualsiasi elemento aggiunto, come zuccheri, coloranti, conservanti e tanto altro ancora. Si tratta quindi di un elettrodomestico in grado di produrre succhi di verdure e frutta che donano all’organismo tanti benefici, come quello di disintossicare, ridurre il peso o riequilibrare la funzione di vari organi, primo fra tutti l’apparato gastro-intestinale. Sono questi quindi i principali motivi perché negli ultimi anni si sta diffondendo, specie in aziende e famiglie, l’acquisto di estrattori di succhi.

Perché è importante bere succhi grazie all’estrattore o alla centrifuga

Al giorno d’oggi bere i succhi è importantissimo, la nostra alimentazione è caratterizzata principalmente da macroelementi come carboidrati, proteine e grassi, mentre la parte di micronutrienti, vitamine, sali minerali e acqua biologica è messa spesso messa in secondo piano, si può ovviare questo problema integrando queste sostanze con degli ottimi succhi prodotti con da un estrattore o centrifuga.

Estrattore o centrifuga differenze

In entrambi i casi noi ricaviamo dalla frutta e la verdura un succo, che può essere esente da fibre nel caso della centrifuga, con presenza di fibre nel caso dell’estrattore di succo a freddo. Con la centrifugata abbiamo un alto numero di giri, la frutta viene grattata, ad alta velocità passa attraverso dei fori molto piccoli e alla fine abbiamo il succo, con i nuovi estrattore a freddo il prodotto non viene grattato, ma pressato, i giri variano da 60 a 80 al minuto, la frutta e la verdura vengono scissi in succo e parte edibile, mentre la centrifuga effettua dai 6000 ai 18000 giri al minuto, l’alta velocità del centrifugatore in alcuni modelli crea calore e di conseguenza ossida e distrugge gran parte dei nutrienti, in particolare la vitamina C e le vitamine del gruppo B.

Il prezzo

Anche il prezzo è molto diverso, l’estrattore è sicuramente più caro di una centrifuga.

Resa del centrifugatore o estrattore

Per quanto riguarda la resa, l’estrattore ha una resa maggiore, perché pressando i vegetali riesce ad estrarre più succo, con la centrifuga si ottiene principalmente liquido, mentre con l’estrattore il succo rimane più denso grazie alla presenza di fibre.

Differenza sulla pulizia estrattore vs centrifuga

In entrambi i casi la pulizia è importante e a volte noiosa.

Succhi per la nostra salute

Attualmente non esistono studi sui benefici che un succo può fornire al nostro corpo, però si può vedere empiricamente come questi macchinari forniscano più vitamine e sali minerali differentemente da qualsiasi alimento oggi in natura, il succo rimane più stabile ricco di micronutrienti.

Nell’alimentazione tradizionale questo forte apporto non avviene, gli alimenti cotti perdono molte vitamine e sali minerali, in un bicchiere di succo si possono consumare micronutrienti pari a un chilo di frutta e verdura.

Dobbiamo comunque fare una precisazione qualsiasi succo o cibo non ha proprietà, è sempre il nostro corpo che utilizza i micronutrienti per il processo di disintossicazione o rivitalizzazione

Come vanno utilizzati i succhi?

Quando parliamo di succhi non stiamo parlando di succhi di frutta convenzionali, ma di estratti naturali, nella maggior parte dei casi sono usati come strumento per disintossicare il corpo in particolare per le malattie croniche degenerative, ma si possono consumare anche per migliorare il proprio stato fisico.

I prodotti di base da usare sono carota, sedano, finocchio e mela in proporzioni variabili, una volta che si è abituati al sapore aggiungere altri ingredienti, come radici, barbabietole rosse o verdura a foglie verdi nella giusta quantità, l’obiettivo è sempre quello di realizzare un succo gradevole al gusto.

La domanda sorge spontanea, ma quali sono gli ingredienti che fanno bene?

Sono quelli che desideriamo di più

Quando noi desideriamo frutta e verdura, in quel momento stiamo cercando determinati micronutrienti di cui il corpo ha bisogno, inizialmente non è facile scoprire quali sono, ma con il tempo è il nostro fisico che ci indicherà di cosa ha bisogno.

Quando devono essere assunti i succhi?

In particolare la mattina sono perfetti oppure almeno 15 minuti prima dei pasti.

Qual è il giusto quantitativo?

Si può iniziare prima con un uno e poi con il tempo aumentare la quantità, più ne assumiamo meglio è, ma con molta attenzione, c’è anche da dire che bevendo più succhi anche la fame si abbassa, ricordiamo che non stiamo bevendo semplice acqua ma un vero e proprio nutrimento.  Consumando questo bevanda si hanno anche più energie e una migliore digestione.

Il succo può essere considerato un antidolorifico alcalinizzante?

Il succo può essere considerato anche un antidolorifico perché rilascia sostanze alcaline utili ai tessuti interstiziali del nostro corpo e di conseguenza può far sentire meno dolore, questo è dovuto all’azione alcalinizzante dei centrifugati che riequilibra il giusto PH in queste aree, ricordiamo che il dolore è un irritazione acida.

I succhi verdi forniscono all’organismo un enorme quantità di sali minerali, il nostro fisico ha costantemente fame di alcalinità a causa della moderna alimentazione altamente acidificante, in tutto questo incidono anche i nostri pensieri negativi, dunque l’apporto di centrifugati aiuta ad equilibrare il nostro PH interno.

Cosa sono i succhi verdi?

I Succhi verdi sono formati da estratti di foglie verdi come foglie del cavolo, tutte le crucifere in generale, tutti i tipi di insalata, gli spinaci, l’importante è creare sempre un succo dal gusto gradevole non tropo amaro.

Nella frutta la buccia deve essere tolta?

Si consiglia di usare prodotti biologici, ma nel caso di frutta normale possiamo comunque lasciare la buccia perché i pesticidi oggi sono sistemici, in pratica arrivano all’interno del frutto, nel caso degli agrumi la buccia va tolta come per i semi.

Come tagliare la frutta

E’consigliabile usare sempre un coltello di ceramica perché è meno ossidante diversamente dai coltelli in metallo

Quali sono i tempi di assunzione di un succo?

Prima vengono consumati dopo la spremitura e meglio è, con l’estrattore il succo si conserva più a lungo, mentre con la centrifuga è preferibile consumarlo subito.

Il succo come terapia

Il succo è molto utile per la cura di diverse patologie degenerative, si consiglia un uso intensivo anche per diversi giorni o settimane a base di centrifugati o meglio estratti, seguiti dal proprio medico di fiducia.

Dalla centrifuga all’estrattore professionale

8 anni fa per problemi di salute, ho deciso di migliorare la mia alimentazione acquistando una centrifuga Philips, mi sono innamorato subito dei succhi, ma dopo un paio di mesi mi sono reso conto che lo scarto era veramente eccessivo. Cominciai ha fare delle ricerche su come era possibile recuperare più succo dalla spremitura dei vegetali, cercando su internet su un paio di forum in alcuni commenti mi colpirono i consigli di alcuni utenti su un estrattore acquistabile solo via web, con molta curiosità iniziai ad approfondire le sue caratteristiche confrontandole con altri estrattori dello stessa fattura, alla fine giunsi ad una scelta e acquistai l‘estrattore di succo a freddo Angel.

Estrattore succo Angel

Presente sul mercato dal 1982, Angel è leader nella produzione di estrattori per succhi. Con i suoi tre modelli, 5500, 7500, 8500 Luxury, Angel offre alla propria clientela un elettrodomestico all’avanguardia, costruito quasi interamente in acciaio inox, in grado di ottenere il massimo della resa. Rispetto agli altri estrattori di succhi che si trovano in commercio, quelli della Angel, sottoposti a prove rigorose, sono risultati quelli con la più alta resa e anche quelli in grado di estrarre il succo ad una temperatura compresa tra i 17-18°, cosa che garantisce di mantenere inalterati gli enzimi contenuti un alcuni tipi di frutta, come ananas e papaia. La differenza tra i vari modelli di estrattori proposti attengono al diverso tipo di software impiegato, nonché nella presenza della retromarcia manuale nel modello 5500, mentre negli altri due è automatica, e nell’impiego dell’acciaio medicale per la fabbricazione del filtro nel modello 8500. Per il resto, tutti gli estrattori Angel hanno le parti costruite in acciaio inossidabile e funzionano grazie a due coclee orizzontali che girano ad una velocità di 83 giri/minuti, azionati da un motore che lavora ad una potenza di 3 cavalli. L’eventuale surriscaldamento viene bloccato dalla presenza di una ventola.

La resa degli estrattori Angel

In fatto di resa, l’estrattore Angel è in cima alle classifiche. Dalle varie prove effettuate con diversi tipi di frutta e verdura, questi estrattori sono riusciti ad ottenere il massimo del succo e il minimo scarto di prodotto rispetto ad altri estrattori. Ma vediamo nel dettaglio alcuni numeri.

Estratto di Mela: da un kg di mele si sono ottenuti 795 ml di succo;

Spremuta d’Arancia: 1 kg di arance ha fruttato 72 ml di succo;

Succo d’Uva: da 1 kg di uva sono stati estratti 750 ml di succo;

Estratto di Spinaci: 400 g di spinaci hanno reso ben 250 ml di succo;

Estratto di Carote: da 1 kg di carote sono stati estratti 700 ml di succo.

Come può notarsi la resa è molto alta e quindi è massimo anche il guadagno, confrontato con gli altri estrattori, alcuni dei quali riescono ad estrarre solo la metà del succo. Inoltre, è da mettere in evidenza non solo la quantità di succo ottenuto, ma anche la qualità, grazie alla presenza di un filtro a fori fini in grado di filtrare il succo in modo ottimale senza lasciare nessun tipo di residuo al suo interno.


Centrifuga Magimix Juice Expert

Centrifuga Magimix Juice Expert

Un centrifuga multifunzione compatta e non troppo leggera facile da montare e poco ingombrante, il suo punto di forza è la versatilità grazie al numero di accessori che consentono varie preparazioni e rendono questo modello un ibrido tra una centrifuga e un estrattore, questo permette di lavorare elementi che non possono essere trattati da centrifughe e estrattori come le banane.

I filtri per la centrifuga

Con il filtro a maglia fine si possono realizzare succhi con scarsa quantità di fibre, ottimi sorbetti e granite, mentre con il filtro Extra press è possibile lavorare ingredienti morbidi come pomodori, frutti di bosco, verdura o frutta cotta. Il magimix è anche uno spremiagrumi, con con l’apposito accessorio in dotazione potrete produrre in casa delle ottime spremute.

Il ricettario dei succhi

In dotazione viene fornito un ricettario illustrato che propone diverse preparazioni, inoltre con il vostro Smart Phone è possibile scaricare l’applicazione gratuita di Magimix e accedere una vasto archivio di ricette digitali

Dimensioni della centrifuga

Il tubo d’inserimento è ampio ha un diametro di 9 centimetri questo permette di lavorare frutti interri o tagliati grossolanamente.

Efficienza

La lavorazione degli ingredienti nel suo complesso ci sembra efficiente, la centrifuga ha una sola velocità e non dispone di contenitori esterni per succo e polpa, la pulizia è abbastanza agevole, tutti gli accessori possono essere lavati a mano o in lavastoviglie.

Il prezzo della centrifuga

La centrifuga multifunzione Magimix ha un prezzo medio di 255 euro ed è possibile acquistarla seguendo questo link MAGIMIX ESTRATTORE Juice Expert 3 MULTIFUNZIONE Bianco

Estrattore di succo Juicepresso con Fiber control

Le caratteristiche innovative di questo estrattore sono il selettore di fibra che consente di selezionare la quantità di fibre che si desiderano all’interno del succo per avere liquido più limpido oppure più fibroso a seconda delle nostre preferenze, funzione molto comoda perchè evita il cambio del filtro come accade per altri tipi di centrifughe.

Juicepresso con Fiber control possiede una rotazione molto lenta di soli 32 giri al minuto, come precedentemente detto preserva tutte le sostanze nutrienti da possibili deterioramenti. Altro punto di forza, il potente motore in acciaio da 40 N/m che permette anche di tritare i cubetti di ghiaccio, consuma pochissima energia elettrica solo 150 watt. Non va tralasciata la qualità delle plastiche e dei materiali utilizzati per la sua costruzione completamente atossici.

Dotazione dei componenti Juicepresso con Fiber control

All’interno della scatola troviamo 2 caraffe, una nera per gli scarti e una trasparente con coperchio per conservare il succo in frigo.

Il corpo macchina che contiene il motore a 2 velocità, la brocca in Tritan 100% dove vengono lavorati gli ingredienti, con al lato il foro d’espulsione per gli scarti e nella parte frontale il foro d’estrazione, quest’ultimo può essere chiuso tramite un tappo, ottimo per lasciare il succo nella brocca ed essere miscelato con altri succhi.
Nella brocca viene inserita la Coclea sempre in Tritan 100% e il filtro che permette l’estrazione dei succhi, in dotazione viene anche fornito un filtro per realizzare dei sorbetti. Ultimo elemento il coperchio da posizionare sopra all’estrattore. Infine abbiamo il pestello per aiutarci con gli ingredienti in fase di lavorazione e lo spazzolino per la pulizia dei vari componenti dopo la spremitura.

Il prezzo di questa macchina è di 249 euro iva inclusa se sei interessato all’acquisto di questo estrattore segui il link Juicepresso siQuri Estrattore di succo con regolatore di fibra – Fiber Control


Estrattore Ariete 177 Estrattore di Succo Centrika Slow Juicer Metal

L’estrattore Ariete è ottimo per chi ama realizzare dei buoni succhi in casa, la spremitura avviene lentamente con una rotazione di 63/77 giri al minuto, CENTRIKA SLOW JUICER METAL non utilizza nessun tipo di lame una completa spremitura a freddo, in questo modo i nutrienti rimangono inalterati.

Composizione dell’estrattore Ariete

Abbiamo 2 vaschette una per gli scarti ed una per il succo, il corpo macchina, la brocca con tappo antigoccia, il cestello in acciaio inox,  il pestello, il coperchio dell’estrattore e infine la vite interna il componente che permette la spremitura della frutta e verdura.

Il prezzo dell’estrattore

Se analizziamo il prezzo di altri estrattori Centrika è sicuramente il meno costoso è possibile acquistarlo ad un buon prezzo solo 109 euro

 

Centrifuga Philips Viva Collection Centrifuga

Se si vuole risparmiare sicuramente la centrifuga come il modello Philips HR1832/50 Viva Collection Centrifuga per Frutta e Verdura dal Design Compatto con QuickClean Pulisci Facile, Verde fa al caso vostro ad un prezzo ultra conveniente 67,98 €, la bocca del contenitore è molto grande e permette di inserire i frutti interi. È composta dalla brocca, un coperchio arrotondato in plastica con foro di 75 mm per l’inserimento della frutta, fascia in plastica per tenere la brocca, il cestello, il contenitore per gli scarti e infine il corpo motore, un contenitore con coperchio per il succo.

Vantaggi della centrifuga

  1. Riesce ad estrarre fino ad un massimo di 2 litri di succo
  2. Il suo motore ha una potenza di 700 watt
  3. Bocca della brocca molto grande per inserire al suo interno frutta intera o di grosse dimensione
  4. Comoda da pulire grazie alla tecnologia QuickClean
  5. La polpa viene espulsa tutta nell’apposito contenitore e non si attacca al cestello
  6. Montaggio semplice e veloce

Svantaggi della centrifuga

  1. E’ molto rumorosa
  2. Buona resa, ma minore di un estrattore
Condividi con i tuoi amici

Comments

comments