Violenza sui campi di calcio: nel viterbese pestato un giocatore di Seconda Categoria

20 marzo 2017
Comments off.

Il calcio ci appassiona ma ci delude anche molto spesso.
Dal sito Calciodellatuscia.it apprendiamo un altro brutto episodio di violenza nel girone B di Seconda Categoria laziale dove i protagonisti purtroppo sono i giocatori in campo.

Incontro Soratte-Polisportiva Oriolo, siamo al 40’ della ripresa col punteggio fermo sull’1-1.

Partita maschia ma dopo l’ennesimo scontro di gioco, un calciatore della panchina della squadra locale corre in campo per aggredire il giocatore oriolese Feliziani. Insieme a lui si aggiunge anche il secondo portiere del Soratte il quale, dopo aver colpito con un calcio lo stesso Feliziani, veniva allontanato dal direttore di gara.

Purtroppo l’estremo difensore, in preda ad un vero e proprio raptus di follia e violenza, si scaglia contro Cincotti della Polisportiva Oriolo. Qualche spintone, ma Armando Cincotti viene scaraventato a terra e colpito con calci senza reagire: ematoma ed escoriazioni che costringeranno poi il ragazzo a recarsi in ospedale. Risultato dieci giorni di prognosi e tanta paura ma col peggio fortunatamente scongiurato.

Momenti concitati, qualche secondo che dura un’eternità, Cincotti è accerchiato da giocatori avversari. Un dirigente oriolese ed il tecnico del Soratte Michele Acqua cercano di proteggere Cincotti mettendosi addirittura sopra al calciatore per proteggere la vittima dalla furia dai due giocatori locali.

Nonostante l’intervento di alcuni tesserati del Soratte ed Oriolo intenzionati a metter pace e ristabilire l’ordine, arriva l’invasione di campo di persone che non avevano certo l’intenzione di mettere pace. Situazione che costringe l’arbitro Vincenzo Ceraolo di Rieti a sospendere l’incontro.

Alla fine della fiera la società Soratte, visibilmente imbarazzata per l’accaduto, si scusa con la Polisportiva Oriolo. Tanti visi tristi che però non possono cancellare un’altra brutta pagina del calcio dilettantistico regionale. Assistere ad una partita di calcio che si trasforma in violenza per gli atti scellerati di qualche esagitato che colpisce a calci un proprio coetaneo è inammissibile, oltre tutto se l’episodio rischia di trasformarsi in una tragedia.

Condividi con i tuoi amici

Comments

comments