Taglio netto di 50 milioni al fondo per le Non Autosufficienze

By - Antonio
20 marzo 2017
Comments off.

Non si placano le polemiche da parte del mondo associazionistico dei disabili a seguito del taglio di 50 milioni annunciato dal governo Gentiloni al Fondo per le Non Autosufficienze, che per il 2017 si attesterebbe dunque a 450 milioni di euro.

Le premesse, e soprattutto le promesse, erano state però altre: a seguito della richiesta, da parte delle Onlus a tutela dei disabili, di un ulteriore aumento da 400 a 600 milioni di euro per questo fondo sociale, era stato infatti raggiunto un accordo con il governo per la cifra di 500 milioni.

Secondo il presidente della Fand (Federazione associazioni nazionali disabili) Franco Bettoni, però, Palazzo Chigi avrebbe effettuato un parziale e unilaterale dietrofront, annunciando che la cifra stanziata per il Fondo sarebbe stata appunto di 450 milioni di euro. Lo stesso Bettoni, alla guida della protesta generale delle associazioni pro disabili, parla apertamente di segnale negativo da parte del governo verso le categorie più deboli, per le quali aumenterebbero i rischi di emarginazione economica e sociale.

Il Fondo per le Non Autosufficienze nasce infatti nel Dicembre del 2006 per aiutare i disabili a poter condurre una vita più dignitosa continuando ad abitare in casa propria, riducendo quindi il tasso di ricoveri in istituti.

Prima del 2015, anno in cui diventa strutturale con una base minima di 400 milioni di euro, il Fondo era stato più volte soggetto a fluttuazioni, arrivando a toccare punte negative anche di soli 100 milioni di euro 2011, o venendo in un caso addirittura temporaneamente svuotato (2012).

Il Fondo per le Non Autosufficienze non è però l’unico terreno di scontro tra governo e associazioni di categoria: una pesante riduzione è stata infatti decisa anche per il più ampio Fondo per le Politiche Sociali, che dovrebbe scendere da 311 milioni a poco meno di 100.

A dominare è ancora una volta il mantra del pareggio di bilancio, diventato ancora più stringente con la Legge di Stabilità 2016 e che pesa anche sui trasferimenti di denaro dallo Stato alle Regioni. Le due principali sigle riunite, la Fand di Bettoni e la Fish di (Federazione Per Il Superamento Dell’Handicap) di Vincenzo Falabella promettono battaglia.

Condividi con i tuoi amici

Comments

comments