Moda autunno inverno 2018

By - Antonio
26 settembre 2017
Comments off.

Mango, Zara, H&M, Pinko, Stradivarius, Patrizia Pepe e gli altri marchi della moda ormai hanno presentato le loro collezioni per l’autunno/inverno 2018.

Protagonista delle stagioni più fredde è il rosso, che Mango propone per le scarpe, il cappotto e le stampe floreale delle maglie. Uno stile retrò caratterizza la collezione del brand, reso elegante dalla cura dei dettagli.

Tra i capi must have della prossima stagione vi sono maglie calde e avvolgenti, parka lunghi, capi e accessori in denim. Per quanto riguarda i colori accanto al classico nero, predomina il rosso, il giallo, il rosa cipria e i motivi floreali. Mocassini e stivaletti sono tra le calzature che non possono mancare nel guardaroba di una vera fashion victim.

Uno stile rockettaro caratterizza Pinko, in cui capi disinvolti e chic sono resi particolari da borchie e inserti inattesi, su borse e sneakers. Esso propone anche un cappotto con taglio modello parka, impreziosito da una pelliccia sul collo e cerniera diagonale, ideale da indossare sia di giorno che di sera.

Maxi bluse in velluto lucido e mini dress in colori metallici, per Zara, da abbinare a decolté appuntite con tacco 12 e borse in faux fur, destinate a chi ama creare look glam chic.

Uno stile bon ton contraddistingue le linee abbigliamento delle diverse griffe di moda, come anche H&M che ha ideato una collezione pratica e divertente, come la mini bag a gatto, i mocassini rosa cipria e la camicetta con colletto con decori luminosi. Questi ultimi presenti insieme alle borchie anche sul blazer altro must have di stagione, da abbinare ai jeans attillati.

Patrizia Pepe per la stagione invernale ha proposto maxi pantaloni, poncho e felpe con frange e volant, pratici e versatili, perfetti per ogni occasione

Dettagli minimal chic e look casual per Stradivarius, che ha inserito nella sua collezione una gonna lunga plissettata in un tessuto simile alla pelle, da combinare con camicie maschili e Mary Jane, dal tacco medio.

Comments

comments