Il massaggio sportivo: la nuova figura degli operatori olistici prima o dopo le gare

12 aprile 2017
Comments off.

Il massaggio sportivo: va praticato dopo un infortunio o per evitare che si verifichi l’infortunio stesso?
Roberto Tiberi, Operatore Olistico e Massaggiatore del Benessere di Roma da diversi anni, ci insegna che il massaggio sportivo è soprattutto una prevenzione perché riduce in maniera esponenziale il rischio di infortuni muscolari. Un’esperienza maturata sia a livello lavorativo che come atleta, in quanto maratoneta ed ultramaratoneta che ad oggi conta 22 partecipazioni tra maratone ed ultramaratone (tra cui la 100km del Passatore). Inoltre continua a studiare ed a formarsi, infatti attualmente sta frequentando il corso biennale di Massaggiatore Capo Bagnino degli Stabilimenti Idroterapici (Arte Ausiliaria della Professioni Sanitarie riconosciuta dal Ministero della Salute) ad Isernia per poter offrire un servizio sempre più completo ai propri clienti e da circa 3 anni insegna tecniche di massaggio olistico.

Ma quando è meglio ricevere un massaggio Sportivo?
Per un atleta è meglio ricevere un massaggio sportivo al massimo tre giorni prima di una competizione (gara, partita ecc.), quindi al massimo il mercoledì se la competizione è il sabato o il giovedì se si gareggia la domenica. Per quanto riguarda invece un post gara o partita sarebbe opportuno attendere almeno 48 ore per permettere alla muscolatura di ricevere un massaggio profondo (ricevere un massaggio profondo anche chiamato “di scarico” entro le 48h può portare a lesioni muscolari). Se invece non ci sono competizioni imminenti, allora il massaggio sportivo si può ricevere in qualunque giorno. Regola fondamentale è che venga eseguito dopo l’allenamento (mai prima) e che il giorno successivo si svolga una seduta di scarico o addirittura riposo assoluto.

L’operatore olistico sullo sportivo
L’operatore olistico è una figura professionale ancora non riconosciuta da un albo in Italia ma che può essere identificata come colui che reca benessere psicofisico alla persona. Perché oltre alla tecnica del massaggio esegue sullo sportivo (e non) un lavoro di riequilibrio energetico su corpo, mente e spirito. L’operatore olistico esegue massaggi (sportivi, decontratturanti, rilassanti ecc.) su persone sane (quindi che non presentino lesioni), i trattamenti benessere non sono né di interesse estetico e né sanitario/fisioterapico. L’operatore olistico infatti non è né un medico e né un fisioterapista, ma collabora con queste figure professionali indirizzando loro i propri clienti in caso non possa trattarli personalmente.

Massaggi Benessere a Roma
Se volete provare i benefici di un Massaggio Benssere Sportivo, un Massaggio Decontratturante schiena o gambe, un massaggio hawaiano Lomi Lomi, un Total Body Relax Massage o un Massaggio sensoriale (e tanti altri) potete contattare Roberto Tiberi nel suo studio all’Infernetto (zona Parchi della Colombo) a Roma con i contatti all’interno del suo sito internet http://www.robertotiberi.it/

 

 

Comments

comments