Finanziamenti Molise per le Start Up

By - Antonio
5 ottobre 2017
Comments off.

Il Molise è una delle regioni più piccole della penisola italiana, ma nasconde enormi possibilità che aspettano solamente di essere scoperte e utilizzate. Ma si è consapevoli che aprire un’attività richiede una liquidità che spesso manca. Ed è per questo che la Regione ha aperto il bando riguardante un finanziamento per l’apertura di nuove Start Up.

Il nuovo finanziamento della Regione Molise per le Start Up
La Regione Molise ha dato il via al bando per i finanziamenti alle nuove Start Up da avviare in tutto il territorio regionale. L’obbiettivo di tale progetto cercherà di incentivare la creazione di nuove attività imprenditoriali extra agricole, per rilanciare le economie rurali. L’intento quindi è quello di aumentare le opportunità di lavoro in Molise. Il bando fa parte del Psr Molise, ovvero il programma di sviluppo rurale, approvato dal consiglio regionale per il periodo 2014 – 2020. Con un contributo massimo di 30.000 euro, il candidato potrà avviare la propria attività, senza avere il vincolo di rimborso (il finanziamento è stato pensato a fondo perduto).

Il bando per agricoltori e imprenditori locali 
Il bando della Regione Molise è rivolto agli agricoltori e ai coadiuvanti familiari oppure ai residenti di aree rurali della regione, che intendono aprire una Start Up per incentivare l’economia, i servizi o il turismo nella zona. I settori selezionati per ottenere il finanziamento riguardano appunto il turismo, i servizi e i no profit, l’artigianato e l’agricoltura. Tutte le Pmi (Piccole e Media Imprese) prese in considerazione avranno delle agevolazioni che saranno concesse come aiuto forfettario. Queste dovranno però riguardare il benessere della persona e i servizi innovativi di comunicazione, marketing e turismo. Il progetto mira anche a dare degli aiuti per l’apertura di attività commerciali, di imprese agrituristiche o di artigianato.

I numeri del finanziamento per le nuove Start Up
Il bando prevede un fondo totale di 1.500.000 euro. Il contributo verrà deciso in base alla zona in cui si vorrà avviare l’attività: 20.000 euro per i progetti in aree montane (dove le risorse sono ridotte) e 30.000 euro per le Start Up in altre zone della regione (dove occorrono maggiori risorse per la riuscita del progetto). Il finanziamento avverrà in due rate. L’80% del totale sarà inviato subito, per poter saldare già i primi pagamenti. Il restante 20% invece verrà erogato nell’arco di cinque anni, ma solo se il progetto verrà rispettato.
Infine, occorrono rispettare tre condizioni:
– Presentazione di un piano aziendale per un periodo di 5 anni. I lavori dovranno essere avviati entro nove mesi dalla prima erogazione e il responsabile del progetto avrà 5 anni per realizzare i servizi proposti;
– l’attività dovrà operare per un minimo di 5 anni;
– dovrà essere rispettata l’Operatività dell’impresa, secondo la Raccomandazione della Commissione del 2003/361/Ce (la quale definisce l’attività economica e le microimprese s.m.i.).
La domanda dovrà essere presentata entro il 16 ottobre 2017. Si dovrà compilare il Modello Unico di Domanda, per via telematica, disponibile sul sito SIAN. A seguito della registrazione, si dovrà consegnare a mano o tramite raccomandata A/R la ricevuta ottenuta dal sito e i documenti presso l’Assessorato politiche agricole e agroalimentari – programma forestale – sviluppo rurale – pesca produttiva – tutela dell’ambiente, in via G. Vico, 4 – 86100 Campobasso (CB).

Comments

comments